TENTATIVO DI OMICIDIO DI UN AGENTE DI POLIZIA

UFFICIO STAMPA FRONTE NAZIONALE UMBRIA

Non ci rendiamo conto che ormai siamo arrivati come diceva “Freud”  al punto senza ritorno.

Italia: il paese dove puoi vivere nell’illegalità il paese dove non c’è certezza della pena, il paese dove….”possiamo fare quello che vogliamo tanto non ci fanno nulla”.

Sono passate appena quarantotto ore dal tentativo di omicidio ai danni di un poliziotto alla stazione centrale di Milano.

Già rimesso in libertà l’autore del fatto delittuoso, un immigrato clandestino, già espulso e con precedenti penali.

I giudici di Milano invece di contestare il reato di cui sopra, hanno pensato bene di rimetterlo in libertà contestandogli solo il reato di resistenza a pubblico ufficiale.

I giudici sicuramente hanno preso alla lettera quanto dichiarato dal Presidente della Camera, che si tratta di una risorsa.

 

Giuseppe CASTELLI Fronte Nazionale Umbria

 

 

 

 

IL FRONTE NAZIONALE SUI CONCERTI AL MORTARO GRANDE

 

UFFICIO STAMPA FRONTE NAZIONALE UMBRIA

IL FRONTE NAZIONALE SUI CONCERTI AL MORTARO GRANDE
Appare francamente ridicola la polemica di questi giorni sui due concerti del 20 e 22 luglio al mortaro grande del monte Subasio.
Ben vengano le manifestazioni come “Universo Assisi 2017” che danno lustro e visibilità Laica alla Nostra Città a prescindere dalla sua innegabile vocazione Religiosa, le polemiche di questi giorni dovrebbero farci capire infatti la necessità di tali manifestazioni.
D’altra parte l’avere assegnato la poltrona di Assessore al Turismo e Cultura al Dott. Eugenio Guarducci non dava adito a fraintendimenti sulla direzione presa dalla Amministrazione Comunale in merito ai suoi piani futuri, viste anche le sue pregresse esperienze organizzative.
Casomai destano perplessità alcune sue dichiarazioni del tipo “abbiamo dato il massimo” oppure, cosa ancora peggiore, l’avere assegnato l’organizzazione burocratica dei due concerti in questione a persone evidentemente poco competenti, non è ammissibile infatti che a 12 giorni dall’evento non si disponga ancora di tutte le necessarie autorizzazioni, basta avere infatti un minimo di esperienza per sapere quanto sia difficile districarsi nelle pastoie burocratiche necessarie e di come sia complicato ottenere la “valutazione di incidenza ambientale” soprattutto per un luogo sottoposto a vincoli ambientali come quello, evidentemente qualche cosa è andata storta.
Caro Assessore a tal proposito le ricordo la famosa frase, perlomeno per quelli della mia età, tratta da Star Wars “ Fare o non fare, non c’è provare”.
Mi paiono altresì strumentali le dichiarazioni di Legambiente Umbria circa le supposte problematiche legate alle specie vegetali ed animali presenti in loco, basta infatti farsi un giro nella zona in questione il sabato o la domenica di un qualsiasi fine settimana estivo o in inverno dopo una bella nevicata per capire di cosa sto parlando.
Stendo poi un velo pietoso sulla presunta violazione della sacralità del “sacro monte”, siamo seri per favore.
Concludo ricordando alla signora Alessandra Paciotto di stare tranquilla, non mi risulta si stia organizzando woodstock 2 in cima al monte Subasio e invitando l’assessore Guarducci ad andare avanti con questa e altre iniziative, magari la prossima volta stando più attento alla scelta dei suoi collaboratori.

Roberto Pierotti Fronte Nazionale Assisi

 

“ORMAI SIAMO VULNERABILI”

UFFICIO STAMPA FRONTE NAZIONALE UMBRIA
“Ormai siamo vulnerabili.”
A dirlo è Giuseppe Castelli, Commissario del Fronte Nazionale per l’Umbria.
Dal sud del Mediterraneo flussi di persone ci stanno letteralmente conquistando e, mentre Francia e Spagna chiudono i loro porti e l’Austria minaccia di schierare l’esercito, in Italia nessuno interviene per difendere la nostra sovranità ed i nostri confini. Quei confini macchiati dal sangue dei nostri nonni, dei nostri padri, che li hanno difesi con cuore e spirito patriottico. Stiamo seriamente rischiando di perdere la nostra identità a causa di questo governo liberista sostenuto dall’indifferenza degli Italiani, cancro che solo il popolo può sconfiggere. Lottare oggi, per non soccombere domani.
I rischi sono molteplici, soprattutto se dovesse essere approvato lo Ius Soli, continua Castelli.
La storia ha tristi precedenti e insegna che le invasioni non si concludono mai in modo felice per il popolo invaso; la nostra fine sarà paragonabile a quella  dei nativi americani: brutalmente conquistati, privati della loro terra e confinati in piccoli lotti di terra. Vi è un rimedio: la lotta. Saremo sempre contrari allo Ius Soli.
Non possiamo più accettare ordini da un governo abusivo non eletto dal popolo,  non possiamo più accettare una sinistra (o quel che ne resta) che svende la nostra sovranità per tornaconti politici, né tanto meno che ci dividano, trovando la loro forza nella nostra separazioni.
“Il Fronte Nazionale  sarà sempre in prima linea e schierato dalla parte degli Italiani. Se saremo tutti insieme, uniti in un’ unica forza, nessun manganello potrà allontanarci dalla svolta che il nostro paese merita!”
Il Fronte Nazionale tutto ricorda che: “la cittadinanza è appartenenza, sangue e suolo. È il frutto di un percorso umano, storico ed etico. L’Italianita’ non è un timbro su un pezzo di carta, ma un atto d’amore. Perché la cattiveria verso gli Italiani di questo governo prospera dove gli uomini buoni vengono meno. “
Conclude Castelli “La nostra scelta l’abbiamo fatta: essere liberi e fieri  di essere chi siamo, Italiani!”
(G.Castelli Fronte Nazionale Umbria)